Al via sabato 26 ottobre la settima stagione di Musica al Tempio

La settima stagione di Musica al Tempio inaugura il 26 ottobre al Tempio Valdese di Milano: La valorizzazione di nuovi talenti, l’attenzione ai repertori rari, la condivisione, l’approfondimento del grande repertorio e la formazione continuano ad essere i principi che animano l’attività dell’associazione.

Si rinnova infatti l’appuntamento primaverile con la Masterclass di violino e musica da camera, giunta ormai alla sua VI edizione e intitolata a Daniele Gay, che sarà tenuta anche quest’anno dalla sua allieva, violinista e didatta, Enkeleida Sheshaj. Si ripeterà inoltre la Masterclass condotta da Alfonso Alberti, dedicata all’interpretazione pianistica del repertorio moderno e contemporaneo. Sempre nell’ambito della formazione quest’anno si svolgeranno due conferenze pomeridiane legate al tema del concerto serale, presso la Libreria claudiana adiacente al Tempio valdese. Il primo incontro sarà l’8 febbraio alle ore 18:00 con L’estetica beethoveniana presentata da Markus Ophaelders, docente di estetica e filosofia dell’arte e della musica all’Università degli Studi di Verona. Il secondo appuntamento è dedicato a La lingua dell’opera il 7 marzo alle ore 18:30 con Wolfgang Sahlfeld, professore in storia dell’educazione e docente di didattica dell’italiano presso la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

Ad aprire la stagione saranno il 26 ottobre i Canti Rinascimentali eseguiti dal coro I Giovani de laVerdi guidati dal Maestro del coro Maria Teresa Tramontin e accompagnati da Pietro Cavedon al pianoforte.

Il secondo appuntamento, dedicato alla commistione tra arti performative e musica contemporanea, sarà il 16 novembre con DALL’ALTO Suite: concerto con interventi di circo contemporaneo ispirato alla pièce di Samuel Beckett Atto senza parole I nato dalla collaborazione tra il compositore Riccardo Nova e l’associazione Quattrox4 (Progetto nato nell’ambito di IntercettAzioni – Centro di Residenza Artistica della Lombardia).

Il 23 dello stesso mese il pianista Giacomo Ronchini presenterà la Sonata (2017-18) da lui composta insieme ad alcune rivisitazioni pianistiche delle canzoni di Antonio Carlos Jobim e 4 Estaciones Porteñas di Astor Piazzolla.

A concludere gli incontri del 2019 sarà il Trio Kaufman composto dai tre giovanissimi fratelli Luca, Chiara e Valentina Kaufman, violinista, violoncellista e pianista. Nella serata del 14 dicembre in collaborazione con VIDAS i tre musicisti under15 eseguiranno musiche di Bach, Paganini, Chopin, Beethoven e Schubert.

La stagione riprende l’11 gennaio 2020 con l’Orchestra dell’Ensemble Accademico UniMi guidata da Stefano Ligoratti che eseguirà musiche di Elgar, Bartók, Šostakovič, Britten e Barber. Il concerto sarà in collaborazione e per Amnesty International, solisti Daniela Cammarano (violino) e Marianna Sinagra (violoncello).

Beethoven, Copland e Schumann sono i tre compositori scelti per il concerto del 25 gennaio. A eseguire il Quartetto per archi e pianoforte in Mib op.16a, il Quartet for piano and strings e il Quartetto per archi e pianoforte in Mib op.47 sarà il Quartetto Werther formato da Misia Jannoni Sebastianini (violino), Martina Santarone (viola), Simone Chiominto (violoncello) e Antonino Fiumara (pianoforte).

Protagoniste del concerto dell’8 febbraio saranno la Sonata in fa maggiore op.24 n.5 “Primavera” e la Sonata in fa maggiore op.47 n.9 “a Kreutzer” di Beethoven eseguite da Letizia Gullino al violino e Claudio Gay al pianoforte.

Il 22 febbraio sarà l’occasione per ascoltare il Quartetto Siegfried che insieme a Sandra Conte (pianoforte) eseguirà il quartetto in do minore op.51 n.1 di Brahms, Langsamersatz di Webern e il preludio e morte di Isotta di Wagner. Il quartetto è composto da Alessandro Savinesi (violino I), Andrea Colardo (violino II), Nicolò Jacopo Suppa (viola) e Luca Colardo (violoncello).

Il 7 marzo sarà la volta di Amore in corso d’opera, concerto con alcune tra le arie d’opera più celebri cantante dal soprano Daniela Stigliano e dal tenore Leonardo Defilippis. Le voci saranno accompagnate da Daniele Defilippis al pianoforte, Giuseppe Lo Preiato all’oboe e Raffaele Bertolini al clarinetto.

Il 21 marzo avrà luogo l’esecuzione dei Sei mottetti BWV 225 – 230 di Bach da parte del coro InCantiamo diretto da Michele Brescia.

Al concerto del 18 aprile verranno presentati Vis à vis Goya di Helena Winkelman, brani di Schumann, Debussy e Beethoven dal duo composto dal violoncellista Francesco Dillon e dal pianista Emanuele Torquati.

Il 9 maggio l’appuntamento è con il concerto finale degli allievi delle due Masterclass.

Il 25 maggio Jacopo Taddei ed Elia Tagliavia con sax e pianoforte offriranno un concerto dedicato al repertorio contemporaneo che include la prima esecuzione italiana di Elan di Alessandro Solbiati, brano per saxofoni soprano, tenore e pianoforte.

La stagione si concluderà il 13 giugno con trascrizioni per due pianoforti di brani della Sinfonia n.6 op.68 “Pastorale” di Beethoven e da Faintaisie di Rachmaninov eseguiti da Maria Grazia Petrali e Andrea Turini.

L’ingresso ai concerti rimarrà ad offerta libera, destinata a contribuire alle spese artistiche. Rimane infatti scopo primario dell’associazione offrire a tutti un’occasione di arricchimento musicale di qualità. L’attività è sostenuta dai contributi del pubblico, dai fondi dell’Otto per mille della Chiesa Valdese e dalla Fondazione Cariplo.

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami