Pubblicati da admin

,

Verona: Otello e la speranza nelle stelle

La “camera letale” di Desdemona, come la chiamava Arrigo Boito, è un cubo che si muove e si rigira in scena, aperto da un lato per rivelare appunto il letto della sfortunata moglie di Otello e per contenere pochi altri oggetti, fra cui una statua della Madonna, lì portata con una specie di processione durante i cori del secondo atto.

Biennale di Venezia: Anagoor Leone d’Argento per il Teatro

“Il lavoro di Anagoor, mai privo di una potente estetica, riesce ad avere una funzione divulgativa rispetto a grandi tematiche; Anagoor non è mai popolare nella scelta dei testi, eppure lo è, nobilmente, nella restituzione artistica. Ciò che rende il loro lavoro a tratti concettuale ma anche profondamente artigianale è il fatto che non demandano a nessuno la scelta artistica, riuscendo come collettivo a realizzare tutto da soli, dalla scrittura del testo alla costruzione di scene e costumi sempre di grande impatto, a tal punto che i loro spettacoli sono programmati in molti teatri italiani e stranieri”

,

Parigi: un ballo in maschera tra politica e misticismo

Non poteva che diventare un’opera di teatro musicale lo spettacolare assassinio di Gustavo III re di Svezia. Sovrano illuminato, Gustavo fu vittima nel 1792 di una congiura da parte della nobiltà cui aveva sottratto privilegi consolidati, e barbaramente ucciso durante un ballo mascherato al Teatro dell’Opera Reale di Stoccolma.

,

Genova: la ragnatela di Norma

In scena al Carlo Felice di Genova la Norma di Vincenzo Bellini coprodotta da Teatro Massimo di Palermo e Sferisterio di Macerata. Cast vocale di rango, guidato dalla regia di Luigi Di Gangi e Ugo Giacomazzi e dalla direzione di Andrea Battistoni.

,

Rovereto: Il solido violino di Domenico Nordio

Domenico Nordio, uno dei violinisti italiani in ambito internazionale più acclamati del nostro tempo ed il pianista Federico Lovato, che ha sostituito l’annunciato Filippo Gamba anch’egli affermato e operativo nelle sale da concerto e nei teatri più prestigiosi in tutto il mondo, sono stati i brillanti protagonisti del concerto promosso dall’Associazione Filarmonica di Rovereto giovedì’ 25 gennaio 2018 con un programma musicale articolato su due parti molto distinte tra loro.