Coro e Orchestra Ghislieri alla Berliner Philharmonie

Martedì 13 novembre alle 20 Coro e Orchestra Ghislieri saranno a Berlino per un’occasione molto importante: il debutto alla Berliner Philharmonie, una delle più prestigiose sale da concerto al mondo, sede della leggendaria orchestra dei Berliner Philharmoniker.

Proprio nella loro stagione l’ensemble italiano, che nel 2018 festeggia i quindici anni di attività, debutta insieme al suo direttore Giulio Prandi con un ricco programma di musica del Settecento: in apertura la Missa brevis Sancti Joannis de Deo di Franz Joseph Haydn, seguita dai celebri Vesperae solennes de confessore di Wolfgang Amadeus Mozart. A chiudere il concerto, la splendida Messa in Re di Giovanni Battista Pergolesi, uno dei due inediti del compositore italiano pubblicati proprio da Coro e Orchestra Ghislieri nel marzo 2018 per Arcana – Outhere Music.

Le voci soliste che affiancheranno l’ensemble sono quelle di Marlis Petersen (soprano), Marta Fumagalli (contralto), Raffaele Giordani (tenore) e Renato Dolcini (basso).

Il 2018 segna un nuovo slancio nella carriera dell’ensemble, che ha debuttato a gennaio al Concertgebouw di Amsterdam, ricevendo l’invito anche per le due stagioni successive.

Il concerto sarà replicato venerdì 16 novembre alle 19:30 presso lo Schloss Esterházy di Eisenstadt, la storica residenza austriaca dove visse e lavorò Franz Joseph Haydn come compositore di corte al servizio della famiglia Esterházy.

«Proprio in occasione del nostro quindicesimo anniversario e dopo il debutto al Concertgebouw di Amsterdam, dove torneremo nel 2019 con un nuovo programma, ci stiamo preparando a salire sul palco di una sala leggendaria com’è quella della Philharmonie di Berlino su invito di una delle più grandi orchestre del mondo.” – dice Giulio Prandi, direttore e fondatore di Coro e Orchestra Ghislieri – «L’emozione è davvero enorme. Il programma, confezionato per l’occasione proprio insieme alla Philharmonie e a Marlis Petersen, ci dà l’occasione di portare quello è che il nostro repertorio all’interno di una stagione così bella ed importante: proponiamo infatti uno dei pezzi storici del nostro ensemble, i Vesperae solennes de Confessore, e la Messa in Re di Pergolesi che abbiamo riportato alla luce nel nostro ultimo disco e che continuiamo a portare in giro per l’Europa con i nostri concerti. ” conclude Prandi “È uno di quegli inviti che non ti aspetti e che ti lascia onorato e senza parole.».

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami