Festival della Valle d’Itria: Sesto Quatrini sostituisce Fabio Luisi in Ecuba

La direzione del Festival della Valle d’Itria comunica con rammarico l’impossibilità di Fabio Luisi a dirigere la nuova produzione dell’opera Ecuba di Antonio Manfroce per motivi di salute. La direzione augura al Maestro una pronta guarigione e di poter annunciare al più presto i prossimi impegni a Martina Franca.

Sarà Sesto Quatrini a dirigere l’Orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli per le recite di Ecuba in programma il 30 luglio e il 4 agosto. Già assistente di Fabio Luisi al MET di New York e a Martina Franca, durante i molti anni di collaborazione col Maestro, Sesto Quatrini ha maturato l’approccio alle opere di inizio Ottocento, arrichendosi della guida del suo mentore.

Sesto Quatrini ritroverà a Martina Franca Pier Luigi Pizzi, dopo la collaborazione nella produzione di Francesca da Rimini di Mercadante nel 2016. La crescita artistica del giovane direttore si è sviluppata al Festival della Valle d’Itria, dove ha diretto le produzioni di Un giorno di regno di Verdi (2017), Giulietta e Romeo di Vaccaj (2018) e, proprio negli scorsi giorni, Coscoletto di Offenbach. Gli unanimi grandi riscontri ottenuti a Martina Franca lo hanno lanciato verso una brillante carriera internazionale sino alla nomina di direttore artistico e musicale del Teatro dell’Opera Nazionale Lituano di Vilnius (LNOBT).

A Sesto Quatrini la direzione del Festival porge i più sentiti ringraziamenti per aver accettato con così breve preavviso l’incarico. Profonda gratitudine va a La Toscanini di Parma per aver concesso l’autorizzazione al Maestro Quatrini di raggiungere Martina Franca, nonostante il contemporaneo impegno con la produzione di Coscoletto nell’ambito della coproduzione dell’operetta di Offenbach.

«Siamo molto vicini a Fabio Luisi in questo momento – dichiarano il Presidente del Festival della Valle d’Itria Franco Punzi e il direttore artistico Alberto Triola – e gli auguriamo di poter presto tornare sul podio del nostro Festival, al quale è profondamente legato, e lo aspettiamo a braccia aperte a Martina Franca per i tanti progetti futuri già in cantiere».

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami