Milano: lo Zar del Mariinskij ospite della Filarmonica della Scala

Dagli ori e dai fasti del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo a quelli del Teatro alla Scala di Milano. Un Piermarini in visibilio ha accolto il rientro della celebre orchestra russa del Mariinsky diretta da Valery Gergiev lo scorso 4 febbraio. Ad ospitarla la programmazione della Filarmonica della Scala. In programma oltre a quella parte del repertorio indissolubilmente legata al genio di Gergiev, come i Quadri da un’esposizione di Modest Musorgskij che, ça va sans dire, valgono da soli la serata, il Prélude à l’après-midi d’un faune di Claude Debussy e la Sinfonia n. 4 in la maggiore “Italiana” op. 90 di Felix Mendelssohn Bartholdy. Una scelta che ribadisce la versatilità di una compagine orchestrale di assoluta eccellenza che dal 1988 sotto la guida di Gergiev ha ampliato il suo repertorio. Fil rouge del programma l’ascolto delle immagini, la dimensione sinestetica che si apre sui tenui colori dell’esoterismo musicale francese di Debussy per poi correre alla gioia vitale del mendelssohniano “Viaggio in Italia” e chiudersi con la carrellata di disegni e acquerelli di Viktor Hartmann firmata Musorgskij.

La musica diventa suggestione visiva, si fa immagine. Musica descrittiva. Ma non solo. Dalla nota melodia del flauto muove la fluida continuità del Prélude, la cui lettura sotto la guida di Gergiev appare arricchita da una grande varietà di nuances, una tavolozza di colori in cui la libertà formale trova degna espressione. La musica corre, rifugge gli schemi, narra di movimenti delle acque, di mutevoli brezze. Di un misterioso legame con la natura. Il gesto di Gergiev è chiaro, energico, autorevole. Ad esso corrisponde speculare un disegno. Diventa fedelmente suono. Poi musica. Infine emozione. I suoi rendono l’idea materia sonora. Dal fascino della citazione poetica di Stephane Mallarmé si passa alle atmosfere dell’ultima tappa del Grand Tour che il giovane Meldelssohn compì tra Inghilterra, Scozia, Germania, Austria e, infine, Italia. Eseguita per la prima volta nel maggio del 1833 dalla Filarmonica di Londra diretta dallo stesso autore, fu accolta con grande entusiasmo. Il suo carattere evocativo intriso di vivaci colori mediterranei e malinconici sentimenti nordici è espressione di un felicissimo equilibrio spirituale.

L’esecuzione evidenzia la compattezza sonora delle sezioni, il lavoro di cesello sul dettaglio. L’estrema precisione tecnica che fa dell’insieme un inscindibile ed avvolgente massa sonora in cui dialogano emergendo chiaramente le singole voci. I legni si distinguono per espressività e ricchezza timbrica, gli archi si inseguono in un fluire incessante e sinuoso. Il carattere gioioso di queste ispirate pagine diviene irrimediabilmente tracotante e contagioso nel procedere impetuoso del Saltarello finale in cui il ritmo brioso maggiormente esalta le capacità tecniche di un ensemble esemplare.

Il programma termina con l’atteso omaggio alla Madre Russia. Della seducente orchestrazione di Maurice Ravel dei Quadri da un’esposizione di Modest Musorgskij la lettura di Gergiev rende fin dall’incedere sostenuto tra una sala e l’altra della Promenade il carattere russo, la ricchezza di combinazioni timbriche, la sensualità dei ricercati effetti fino all’esplosione nel massiccio impiego delle percussioni. I contrasti animano queste pagine di musica, luci e ombre rapiscono in un turbinio di sensazioni. Le atmosfere popolari e fiabesche ispirate alla tradizione russa, accolte con grande partecipazione, lasciano spazio ad un bis. La serata si conclude sulle note della verdiana Ouverture da La forza del destino.

Applausi scroscianti. Cronaca di un successo annunciato

Luisa Sclocchis
(4 febbraio 2019)

La locandina

Direttore Valery Gergiev
Orchestra del Teatro Mariinskij
Programma:
Claude Debussy
Prélude à “L’après-midi d’un faune”
Felix Mendelssohn Bartholdy
Sinfonia n. 4 in la magg. op. 90 “Italiana”
Modest Musorgskij – Maurice Ravel
Quadri da un’esposizione

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami