Milano: Milas e Schirripa in un concerto al DiLà dei Templi della musica

Fra le numerose realtà culturali milanesi esistono dei piccoli mondi, a volte anche minuscoli, come DiLà Spazio Teatrale, un vero e proprio teatro in miniatura con un cartellone assai interessante. Oltre a una nutrita stagione di prosa, DiLà offre una sfiziosa proposta di concerti di musica da camera curata dal suo direttore artistico Claudio Gaj il quale ha dedicato l’iniziativa al padre violinista scomparso recentemente.

Appuntamento tanto atteso è stata l’integrale delle sonate per violino e pianoforte di Johannes Brahms. Protagoniste di questa maratona brahmsiana la violinista russa Ksenia Milas e la pianista italiana Claudia Schirripa. Due musiciste di tutto rispetto che vantano un curriculum piuttosto sfaccettato in cui la cameristica è una costante del loro percorso artistico.

Le tre sonate di Brahms, scritte tra il 1879 e il 1888, riflettono la piena maturità estetica e poetica dell’autore il quale, anche nelle forme più articolate, mantiene sempre un certo legame strutturale col Lied, genere da lui particolarmente amato e frequentato. Non è un caso che la prima sonata op. 78 sia costruita quasi interamente sui temi del Regenlied tratto dal ciclo Acht Lieder und Gesänge op. 59 n. 3. Lo stesso avviene nella seconda sonata op. 100 in cui numerose sono le citazioni dei lieder brahmsiani, mentre la terza sonata op. 108 si distacca dalle precedenti per il suo impianto decisamente più strumentale.

Il duo Milas-Schirripa, nonostante il programma impegnativo, non si risparmia ma affronta le tre opere dandone una lettura tesa e appassionata, ricca di contrasti, impeti e intemperanze. La chiarezza nell’articolazione del canto, il fraseggio sempre terso anche nei passi più concitati di Ksenia Milas è stato sostenuto da Claudia Schirripa con vigorosi impasti sinfonici.

Particolarmente compatta negli intenti l’esecuzione dell’op. 108 in cui è emerso con energico temperamento tutto il pathos finora governato, ma costantemente nutrito, nelle due opere precedenti.

Al termine il pubblico ha decretato con entusiasmo il successo meritato per le due artiste che si sono congedate con un bis: lo Scherzo dalla Sonata F.A.E. di Brahms.

Gian Francesco Amoroso
(30 marzo 2019)

La locandina

ViolinoKsenia Milas
PianoforteClaudia Schirripa
Programma:
Johannes Brahms
Sonata per violino e pianoforte n. 1 in sol magg. op. 78
Sonata per violino e pianoforte n. 2 in la magg. op. 100
Sonata per violino e pianoforte n. 3 in re min. op. 108

0 0 vote
Vota l'articolo
Iscriviti
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments