Milano: Palazzina Liberty in Musica | Speciale Giornata della Memoria 2018

Palazzina Liberty in Musica celebra la Giornata della Memoria 2018 con un calendario di quattro appuntamenti tematici.

Lo inaugura sabato 27 gennaio, ore 14.30, la conferenza-concerto “I Sonetti di Shakespeare” a cura del Festival Liederìadi, dedicata alla musica vocale da camera del compositore ebreo Mario Castelnuovo Tedesco (Firenze, 1895 – Beverly Hills, 1968). Inviso al regime nazi-fascista che lo bollò come autore di “musica degenerata” (entartete Musik), nel 1939 fu costretto all’esilio negli Stati Uniti in seguito alla promulgazione delle leggi razziali varate dal governo fascista. Al tavolo dei relatori interverranno l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Mila De Santis, storica della musica dell’Università degli Studi di Firenze, Oreste Bossini, musicologo, critico e giornalista RAI Radio 3. Al loro fianco il musicologo e pianista Claudio Proietti, il soprano Valentina Coladonato e il tenore Mirko Guadagnini, oltre a completare il quadro storico-musicale su Castelnuovo Tedesco, eseguiranno una selezione degli Shakespeare Sonnets, op. 125, and Duets, op. 97, recentemente incisi per la prima volta nella versione integrale per la Brilliant Classics.

L’appuntamento rientra nel palinsesto di “Novecento Italiano”, promosso da Comune di Milano | Cultura. Ingresso libero fino a esaurimento dei 190 posti disponibili.

Sabato 27 gennaio prosegue con il concerto delle ore 21.00 “Poesia e mito ispirano la musica” a cura di Novurgìa, partner di Milano Classica; in programma brani di Jules Mouquet, Davide Anzaghi, Claude Debussy, Simone Fontanelli e Carl Reinecke nell’interpretazione di Antonella Bini al flauto, accompagnata al pianoforte da Gabriele Rota.

Per l’appuntamento “Il genio e il Maestro” dalla stagione da camera di Milano Classica, domenica 28 gennaio, ore 10.45, il trio Il FuribondoLiana Mosca al violino, Gianni De Rosa alla viola, Marcello Scandelli al violoncello – con il flautista Lello Narcisi si misureranno in un avvincente confronto tra l’opera di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e quella di Johann Sebastian Bach (1685-1750). All’esecuzione del Quartetto KV 285 in Re maggiore e del Quartetto KV 285b in Do maggiore per flauto, violino, viola e violoncello di Mozart si accosteranno infatti i due Adagio e Fuga KV 404a (n. 2 in sol minore e n. 3 in Fa maggiore), laddove gli Adagio sono composizioni originali del genio salisburghese, mentre le Fughe sono sue trascrizioni per trio d’archi dal Clavicembalo Ben Temperato del Maestro di Eisenach.

Dopo un anno di assenza torna sul palco della Liberty Cantosospeso, storica ospitalità di Largo Marinai d’Italia, con il “Concerto per la Giornata della Memoria”, ultimo appuntamento di domenica 28 gennaio, ore 16.00 con replica alle 21.00, interpreti i Cori Cantosospeso, Prometeo e Didone e i solisti Sira Milani e Davide Rocca, diretti da Martinho Lutero Galati de Oliveira.

Evento inaugurale della rassegna “Contemporanea-mente” (prossime date: 18 marzo, 25 aprile e 27 maggio 2018), il concerto è un tributo alla memoria delle vittime di tutti gli stermini: l’olocausto degli ebrei, le vittime della mafia, gli schiavi africani, gli oppressi di ogni epoca e latitudine. Di densa simbologia il programma proposto: i Chichester Psalms di Leonard Bernstein,  A Ceremony of Carols di Benjamin Britten, Cantata per i bambini morti di mafia di Ennio Morricone e l’omaggio a Violeta Parra con il celebre Gracias a la vida nell’interpretazione della cantante cilena Susana Beatriz Alvear. Letture degli attori Elisabetta Vergani e Sergio Paladino dal testo poetico di Luciano Violante. (C.S.)

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami