Pesaro: Mike Westbrook, The Uncommon Orchestra, Rossini Re-Loaded

Sabato 17 novembre (ore 21.15, biglietti da 10 a 25 Euro) il Teatro Rossini di Pesaro ospita un evento speciale organizzato in esclusiva Europea da Fano Jazz Network in collaborazione con Assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro e Amat, nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario della  morte di Gioacchino Rossini e sotto l’egida di UNESCO – Pesaro Città della Musica.  Protagonista del concerto sarà il pianista, compositore e band leader inglese Mike Westbrook, che nell’occasione presenterà insieme alla sua Uncommon Orchestra il progetto ROSSINI RE-LOADED, rivisitazione in chiave jazz e rock di famose pagine tratte da opere del compositore pesarese. Si potranno così ascoltare in veste inedita brani tratti da Guglielmo Tell, La Gazza Ladra, Il Barbiere di Siviglia, Otello e La Cenerentola, negli arrangiamenti originali dello stesso Mike Westbrook.

Il progetto Westbrook/Rossini è stato originariamente commissionato nel 1984 dal Festival Internazionale di Teatro Contemporaneo di Losanna, dove è stato eseguito per la prima volta, per essere poi ripreso in tutta Europa: il concerto del 17 novembre al Teatro Rossini di Pesaro è la prima esecuzione nella città natale del dedicatario e quindi assume un particolare valore simbolico .

La Uncommon Orchestra, diretta prosecuzione della Mike Westbrook Orchestra, è costituita da 20 elementi, inclusi la cantante Kate Westbrook, moglie e compagna di molte avventure artistiche del leader, e da altri esponenti di punta del jazz britannico quali i sassofonisti Peter Whyman e Alan Wakeman e il trombettista Dave Holdsworth.

Formazione completa: Roz Harding, Peter Whyman, Sarah Dean, Alan Wakeman, Ian Wellens (sassofoni), Graham Russell, Stuart Brooks, Dave Holdsworth, Dick Pearce (trombe), Joe Carnell, Stewart Stunell, Sam Chamberlain-Keen, Ashley Nayler (tromboni), Jesse Molins e Matthew North (chitarre),  Marcus Vergette (basso), Coach York (batteria), Kate Westbrook e Martine Waltier (voci),  Billie Bottle (chitarra basso, pianoforte, voce), Mike Westbrook (pianoforte). Ospite Frank Schaefer (violoncello)

Nato a High Wycombe nel 1936, Mike Westbrook è considerato una delle personalità di maggior rilievo e spessore del jazz britannico ed europeo tutto. Un autentico caposcuola attorno al quale si sono formate e coagulate molte altre figure di spicco del British Jazz, uno dei movimenti più vitali e creativi delle musiche degli anni Settanta e oltre. Il suo debutto risale alla fine degli anni Cinquanta: dai primi anni Sessanta, dopo il suo trasferimento a Londra, Mike Westbrook fonderà diverse formazioni, da un sestetto che nel 1968 si esibirà con successo al festival di Montreux, alla Concert Band, dal gruppo jazz-rock Solid Gold Cadillac a una Brass Band improntata a una sorta di jazz-cabaret, fino alla Mike Westbrook Orchestra e oggi alla Uncommon Orchestra. Tra i musicisti che più hanno condiviso il percorso artistico del compositore e pianista inglese svettano i sassofonisti John Surman e Mike Osborne e il trombonista Paul Rutherford, nonché la moglie Kate, dotata di una voce flessibile di impronta teatrale, particolarmente adatta a interpretare testi poetici. La sua vastissima discografia include importanti lavori orchestrali come Metropolis (1971), Citadel/Room 315 (1975) e The Cortege (1982), e album registrati con organici di dimensioni più contenute come Love Songs (1970), con la Concert Band, e Mama Chicago (1979), con la Brass Band. Significativi dell’arte di compositore e arrangiatore di Mike Westbrook sono anche diversi lavori a tema, da Westbrook/Blake (1980), con testi di William Blake, Off Abbey Road(1989), rilettura dell’album Abbey Road dei Beatles, e On Duke’s Birthday (1985), dedicato all’opera di Duke Ellington. Il progetto Westbrook/Rossini, che attesta ulteriormente l’ampia sfera di interessi musicali di Mike Westbrook, è stato documentato su disco nel 1987 sia in versione live che registrata in studio.

Ultimamente sono sati dati alle stampe alcuni interessanti documenti discografici: In Memory of Lou Gare, che raccoglie registrazioni effettuate dal 2011 al 2015 con la Uncommon Orchestra con in evidenza il compianto sassofonista Lou Gare, The Last Night At The Old Place, inedito del 1968 con la Concert Band, e Catania, raccolta di incisioni dal vivo effettuate nel 1992 a Catania durante un festival interamente dedicato allo stesso Mike Westbrook.

Biglietteria:

Botteghino del Teatro Rossini 0721/387621 – orario: dal mercoledì al sabato dalle 17:00 alle 19:30. Il giorno dello spettacolo dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 fino inizio concerto

On Line su www.vivaticket.it

Mail: gro.k1544956379rowte1544956379nzzaj1544956379onaf@1544956379ofni1544956379

Fano Jazz Network: Cell. e Whatsapp 388 6464241

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami