Presentata la stagione artistico-musicale Note di spezie. tutti i sapori della musica

La terza edizione della stagione artistico-musicale “Note di Spezie. Tutti i Sapori della Musica”, organizzata dalla International Community Music Academy (ICMA), scuola di musica inserita nel contesto del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, è stata presentata questa mattina e prenderà il via questa sera con il primo concerto, affidato al pianista Luca Sacher.

Si apre quindi un nuova stagione, ideata dalla direttrice artistica Chiara Vidoni,  che proseguirà fino a novembre 2021 attraverso l’esplorazione del mondo musicale al fine di celebrarne le differenze attraverso la condivisione tra culture.

Sapori, colori e diverse intensità caratterizzano da sempre sia la musica che le spezie. “Note di Spezie” ancora una volta si comporrà di proposte musicali con abbinamenti inusuali, in grado di dimostrare come generi e programmi diversissimi tra loro possano, se sapientemente dosati, dare origine a delle serate indimenticabili. Un po’ come avviene in cucina, dove un accostamento che potrebbe sembrare bizzarro può rendere un piatto un’opera d’arte. In questa nuova edizione alcuni appuntamenti saranno specificatamente dedicati a evocare il rapporto tra Dante Alighieri e la musica nel settecentesimo anniversario della sua scomparsa.

<<La stagione fin dall’inizio ha perseguito l’obiettivo di diffondere diversi generi musicali e di valorizzare artisti giovani che si stanno affermando o che si sono affermati. Questa ripartenza è importante e ci consente di riportare a Duino e nelle località scelte per la stagione la musica, il contatto sociale che, come e spezie, lega e dà sapore alla vita. Siamo pronti anche all’eventualità di dover trasformare la stagione in una versione online, ma ci auguriamo che questo non accada. E la scelta delle locations mira proprio a cercare di preservare il più possibile gli eventi in presenza>> sottolinea Chiara Vidoni, Direttore artistico di ICMA e di “Note di Spezie”.

Quattordici eventi, tutti a ingresso libero, in diverse, suggestive, location del Friuli Venezia Giulia che vanno dal Collegio del Mondo Unito di Duino al cuore di Trieste, da Udine a Bertiolo o alla Polveriera di Palmanova, con due appuntamenti speciali il 28 e il 29 luglio rispettivamente alla Domus Magna di Partistagno di Povoletto e alla Villa Ottelio Savorgnan ad Ariis di Teor (29 luglio 2021) realizzati in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano. Grazie a questo parternariato con il FAI, per entrambi gli appuntamenti, sarà possibile prenotare delle visite guidate gratute prima del concerto.

Giunto alla terza edizione il progetto è finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e realizzato in partnership con Mondo 2000 ODV, Comune di Bertiolo,  FAI – Fondo Ambiente Italiano (Presidenza regionale Fvg), Lions Club Duino, Gruppo Folkloristico Passons, Circolo San Clemente Povoletto, ESYO – Scuola per giovani musicisti europei, Educandato Statale Collegio Uccellis di Udine, Liceo Scientifico Statale “France Prešeren”.

Una nuova, appassionante serie di eventi finalizzati a generare uno scambio tra culture di diversi paesi attraverso la musica e i suoi linguaggi. Un dialogo che si esplicita non solo con l’incontro sul palcoscenico di artisti di diverse nazionalità ma anche attraverso la commistione dei suoni prodotti dagli stessi strumenti che suonano, che vanno da quelli classici a quelli etnici.

All’interno della stagione ci sarà un momento di valorizzazione delle lingue minoritarie della nostra regione, soprattutto all’interno dei progetti legati a Dante Alighieri: la lettura di alcuni passi della Divina Commedia in friulano, attraverso la voce recitante di Massimo Somaglino. Ma i versi del sommo poeta verranno proposti al pubblico anche in sloveno e in tedesco.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono a ingresso libero, con obbligo di prenotazione da effettuarsi online sulla pagina dedicata www.uwcad.it/icma/note-di-spezie

Nei materiali cartacei della rassegna sarà sempre presente un QR code che rimanderà al calendario completo e aggiornato degli eventi. Eventuali modifiche al programma legate alla situazione epidemiologica in corso verranno tempestivamente comunicate attraverso tutti i canali.

IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI:

La nuova stagione “Note di Spezie” amplificherà la suggestione musicale con la scelta di alcune location d’eccezione.

Già sold out la partenza di questa sera, venerdì 2 luglio, alle ore 21, all’Auditorium del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino con Luca Sacher. Il giovane pianista duinese che ha iniziato la sua formazione proprio nello stesso Collegio, per poi completarla negli Stati Uniti, proporrà un programma  dedicato a Claude Debussy, Aleksandr Skrjabin  e Alberto Ginastera.

Classe 1993, Sacher è un giovane pianista italo-sloveno che ha già all’attivo una serie di concerti in Europa e negli Stati Uniti. Le sue interpretazioni e il suo tocco pianistico sono frutto di un’educazione proveniente da diverse scuole pianistiche internazionali.

Mercoledì 28 luglio, alle ore 21, la rassegna si trasferisce alla Domus Magna di Partistagno di Povoletto con Claudio Jr De Rosa 4et. Uno straordinario appuntamento con una delle nuove leve del jazz italiano, anche se, definirlo emergente, è davvero riduttivo. Il giovane De Rosa (classe 1992)  è un sassofonista e polistrumentista che si è già esibito sia a Umbria Jazz Spring che all’edizione estiva con il suo quartetto. Ha lavorato spesso all’estero, soprattutto in Olanda, riscuotendo consensi e vincendo premi nazionali ed internazionali. Diplomato nei conservatori di Salerno, Roma e L’Aia,  oltre che come performer si sta affermato anche come compositore e arrangiatore. In questa occasione sarà affiancato dal pianista spagnolo Xavi Torres, dal contrabbassista siciliano Mauro Cottone e dal batterista olandese Sander Smeets.

Giovedì 29 luglio “Note di spezie” accoglierà il pubblico ad Ariis di Teor presso Villa Ottelio Savorgnan alle ore 21. Una location così suggestiva, che appartiene al patrimonio del FAI saprà amplificare le sonorità jazz di Claudio Jr De Rosa. Il giovane sassofonista e polistrumentista potrà quindi improvvisare lasciandosi ispirare dalle leggende che da sempre contraddistinguono uno dei luoghi inseriti tra i patrimoni della Regione, affiancato da tre straordinari musicisti come il pianista spagnolo Xavi Torres, il contrabbassista siciliano Mauro Cottone e il batterista olandese Sander Smeets.

Gli appuntamenti del 28 e 29 luglio sono organizzati in collaborazione con la Presidenza regionale del Fvg del FAI-FondoAmbiente Italiano. Per entrambi gli appuntamenti, sarà possibile prenotare delle visite guidate gratute prima del concerto. Info e proenotazioni saranno disponibili sulla pagina della rassegna  www.uwcad.it/icma/note-di-spezie

Sabato 4 settembre ci si sposta in Friuli, presso l’Anfiteatro di Passons ” (UD), alle ore 21.00. Protagonista un giovane ottetto di ottoni e percussioni, Il disadattato e la sua orchestra, nato nella multiculturale città di Gorizia, storico punto di congiunzione fra il mondo latino, slavo e germanico. Il gruppo nasce come band di strada e ha lo scopo di suonare, divulgare e far conoscere i grandi classici della tradizione balcanica. Il loro repertorio comprende grandi classici della tradizione balkan (Mesečina, Jovano Jovanke, ecc.), arrangiamenti ed originals. La loro musica è stata trasmessa nelle radio in Italia, Germania e Serbia. Nell’agosto 2017 sono stati l’unica band italiana a prendere parte al più importante evento mondiale di musica balkan, il 57th Guča Trumpet Festival in Serbia in qualità di international guests.

Domenica 12 settembre alle ore 11, all’Auditorium del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino, è la volta di Sebastiano Mesaglio . Giovane pianista Udinese, Mesaglio vanta un curriculum straordinario. Fin da giovanissimo è stato premiato in Concorsi Nazionali ed Internazionali. Nel 2017 è stato uno dei 3 finalisti della NYCA Worldwide Debut Audition a New York, esibendosi presso la Merkin Hall come solista assieme alla NYCA Symphony Orchestra diretta da Eduard Zilberkant.Nel 2016 si è aggiudicato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Città di Albenga” ed al Concorso Nazionale “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio (Pt).Nel 2019 si aggiudica il “Westby Prize” (Primo premio assoluto) al Concorso Musicale Nazionale “Città di Piove di Sacco” e molto altro. Di lui è stato detto: “Un pianista che è veramente musicista nel senso più ampio del termine: usa intelletto, fantasia e sensibilità in un equilibrio mirabile”  Luca Ciammarughi – Radio classica
.

Sabato 18 settembre “Note di spezie”, si sposta a Udine, all’interno del Chiostro dell’Educandato Uccellis con la Amadeus Adriatic Orchestra alle ore 21. Un’orchestra giovanile, composta da ragazzi d’età compresa tra i 13 e i 28 anni allo scopo di offrire un’opportunità anche professionale a studenti e diplomati/diplomandi unendo il piacere di far musica e costruirsi un’esperienza orchestrale forte e continuativa. Presenteranno un programma che spazia tra Mozart e Haydn collegato alla figura di Dante Alighieri per un appuntamento che sarà ulteriormente arricchito da alcune letture da parte degli studenti dei Licei dell’Educandato Uccellis

Venerdì 24 settembre la rassegna inviterà il pubblico in un altro spazio molto particolare come la Polveriera di Palmanova, alle ore 20.30,  che ospiterà il duo “esplosivo” Santin/Zanetti. Voce e pianoforte al femminile, il duo è composto da due interessanti artiste triestine: la pianista Cristina Santin, e il soprano Ilaria Zanetti. Versatili, poliedriche e piene di energia, proporranno un divertissement musicale per voce e pianoforte che vede protagonisti gli animali che popolano la musica classica. Con farfalle ed usignoli, topi, gatti e cani, ma anche insospettabili pesci o ragni, il Regno Animale, è stato spesso di ispirazione ai compositori di musica colta, talvolta in chiave seria, talvolta palesemente umoristica. Le due artiste accompagneranno il pubblico in questo mondo musicale variegato e poco noto con piccole prolusioni, curiosità ed aneddoti.

Sabato 2 ottobre “Note di spezie”, si sposta a Bertiolo, all’Auditorium sempre con il duo Santin/Zanetti alle ore 20.45. Due artiste ben note nel panorama musicale ed operistico itailano si incontrano per una performance d’eccezione in cui il pianoforte di Cristina Santin solleticherà la voce del soprano Ilaria Zanetti per un divertissement in grado di fondere gli animali e la musica classica.

Sabato 9 ottobre  sarà l’Auditorium di Povoletto, in provincia di Udine, a ospitare l’orchestra  di fiati Euritmia alle ore 20.45. Una delle orchestre di fiati di pregio della nostra regione, dal curriculum importante che ha accettato di mettersi in gioco per proporre un concerto che celebri il settecentesimo anniversario della scomparsa di  Dante Alighieri: l’ esecuzione di un brano originale per orchestra di fiati The Divine comedy di R. W. Smith, compositore americano, che ricrea le atmosfere delle tre cantiche della Divina Commedia in musica. L’orchestra di fiati vedrà la presenza della splendida professionalità dell’attore Massimo Somaglino che effettuerà la lettura dei alcuni passi dei canti danteschi anche nella traduzione in friulano

Da venerdì 22 a sabato 30 ottobre “Note di spezie”, si sposta online con un appuntamento straordinario con I New Virtuosi. I giovani talenti parteciperanno all’International Violin Mastercourse tenuto dall’Associazione New Virtuosi di Londra. A rendere ancora più emozionante questo percorso il Concerto dei Docenti, che vedrà alcuni affermati professionisti ora Docenti del Royal College of Music di Londra esibirsi oltre alle performance dei giovani e talentuosi virtuosi.

Domenica 24 ottobre, l’appuntamento è a San Dorligo della Valle,  presso l’Auditorium con

l’Honolulu Quartet alle ore 20.45. Una formazione nata in una piccola stanza nell’estate del 2014 dall’incontro di quattro amici non ancora ventenni. Nella passione del canto a cappella trovano l’espressività che nessuno strumento aveva loro dato fino ad allora, come amano sottolineare. La peculiarità del quartetto sta nella grande varietà degli stili e dei generi con i quali possono confrontarsi: grazie alla versatilità delle loro voci sanno spaziare dal più antico repertorio sacro, tanto importante nella storia italiana, fino ad arrivare al moderno swing, con influenze e contaminazioni dalle tradizioni popolari europee, in particolare quella irlandese. Affiatamento e amicizia sono la componente fondamentale per il caratteristico e inconfondibile timbro che distingue il quartetto che esegue un repertorio molto originale, riarrangiando le canzoni in stile anni’50.

A chiudere  “Note di Spezie” tre appuntamenti, rispettivamente al Teatro di San Giovanni di Trieste venerdì 26 novembre alle ore 20.45, a Udine, all’Auditorium Zanon sabato 27 novembre alle ore 20.45,  e a Duino presso l’Auditorium del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico domenica 28 novembre alle ore 11.00 con il progetto Dante International. Una collaborazione del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico con il Liceo Coreutico dell’Educandato Uccellis e con il Liceo Prešeren di Trieste, che si connette con il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri. Coordinati da musicisti e ballerini professionisti, gli studenti saranno chiamati a creare uno spettacolo originale su Dante, letto nella traduzione di diverse lingue e interpretato attraverso musiche e danze. Saranno sempre gli studenti a scegliere brani musicali che fungeranno da sfondo al testo dantesco e a creare alcune coreografie coreutiche su musica scelta a commento degli stessi testi.

 

L’ICMA – International Community Music Academy

L’ICMA – International Community Music Academy è un’accademia musicale che fa parte integrante del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico. Lo scopo principale dell’Accademia è esplorare la musica nei suoi diversi linguaggi e aspetti, non solo coltivando la grande musica classica, ma anche sperimentando ed esplorando le risorse dei linguaggi musicali di altre culture.

Le attività proposte dalla Scuola spaziano da corsi di Musica e Masterclass a concorsi di differenti livelli, fino ai concerti, nei quali gli studenti hanno la possibilità di ascoltare musicisti professionisti ed esibirsi con loro, sia all’interno del Collegio che in altre locations del Fvg. L’ICMA inoltre sviluppa progetti che permettono agli studenti di unire la musica all’arte e alla letteratura. Infine offre la possibilità agli allievi di proseguire nella carriera musicale sostenendo gli esami in conformità con l’ABRSM – Associate board of the Royal Music school.

Le attività dell’ICMA sono accessibili sia agli studenti del UWC dell’Adriatico, sia a quelli delle scuole che insistono sul territorio della comunità locale, nazionale e internazionale.

0 0 voti
Vota l'articolo
Iscriviti
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti