Rino Alessi: BONALDO GIAIOTTI – La voce del Friuli

Dopo Piero Cappuccilli e Carlo Cossutta, con una sagace parentesi su Giuseppe Patanè, è la volta di Bonaldo Giaiotti, la cui lunga e gloriosa carriera internazionale è protagonista del nuovo volume che Rino Alessi, critico raffinato, dedica alle voci della sua regione, il Friuli-Venezia Giulia.

Alessi ha il grande, e oggidì rarissimo pregio, di raccontare lasciando raccontare, dando voce non solo al protagonista, ma a molti compagni d’arte che hanno percorso con lui i sentieri non sempre pianeggianti del teatro in musica.

Testimonianze, aneddoti, ricordi affidati fra gli altri a Nello Santi, a Carlo Bergonzi, a Carlo Colombara a Mirco Palazzi, oltre a quelli del protagonista e della signora Alice, compagna di una vita, il tutto a sottolineare quanto ampio e ricco di successi sia stato il contributo di Giaiotti all’opera.

Ne emerge la figura di un grande artista, umile come solo le vere stelle sanno essere, capace di autoironia e pronto a lodare i colleghi.

La prosa di Alessi scorre sapida e leggera, priva di qualsiasi retorica piaggeria e costituisce il fondamento di una solida base musicologica e critica.

Alla nutrita serie di testimonianze segue una meticolosa Discografia che permette al lettore di potersi avvicinare a documentazioni dirette della vocalità del basso di Ziracco.

Dedicata forse più agli addetti ai lavori, che ne faranno tesoro, ma anche al lettore che volesse approfondire, la puntuale Cronologia.

Non manca un corposo e ben descritto contributo fotografico che arricchisce ulteriormente il volume.

Commovente la prefazione di Giorgio Vidusso, recentemente scomparso e testimone di una stagione musicale difficilmente ripetibile.

Alessandro Cammarano

Rino Alessi

BONALDO GIAIOTTI – La voce del Friuli

Ed. L’ORTO DELLA CULTURA

Compila il form sottostante

Prego Login per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Iscriviti  
Notificami