Ripartono da San Vito al Tagliamento le Perle Musicali in Villa

Finalmente in scena le “Perle Musicali in Villa” dell’Associazione Musica Pura, che riprende il filo interrotto lo scorso ottobre dal lungo lockdown imposto dalle norme anti-Covid allo spettacolo dal vivo.
Riparte dunque dal 5 giugno a San Vito al Tagliamento, per poi proseguire a luglio nel Convento di San Francesco a Pordenone, questa storica rassegna regionale, riavviata nel segno di un nuovo corso dal titolo “Musica allo Specchio: incontri con la musica d’oggi (e di ieri)”. Sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione Friuli, con il contributo del Comune di Pordenone e in sinergia con il Comune di San Vito al Tagliamento, il cartellone firmato dalla direzione artistica di Eddi De Nadai intende infatti incentivare la divulgazione e l’ascolto della musica scritta dai compositori di oggi, attraverso le molte pagine appositamente commissionate, che saranno eseguite in prima esecuzione e presentate al pubblico dagli autori stessi.
Sabato 5 giugno alle 18.00 il primo concerto al Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento“Tracce di friulanità. Il canto patriarchino e la poesia friulana”. Una nuova produzione che intreccia due anniversari celebrati nel 2020, quello dedicato a Beethoven (in programma alcuni dei suoi Volkslieder) e quello della fine del potere temporale dei Patriarchi di Aquileia, per scoprire inedite corrispondenze, che dalle melodie della liturgia patriarchina riaffiorano nelle tradizioni musicali mitteleuropee. L’introduzione sarà affidata al compositore friulano Renato Miani, pluripremiato musicista di cui il concerto proporrà al pubblico pagine di indubbia suggestione: i “Liders” friulani della raccolta “Amôrs” per voce e pianoforte, composti nel 2015 sulle poesie di Pierluigi Cappello, e l’inedito “Sequentia” per voce e Klaviertrio su testi poetici di Paolino d’Aquileia e una sequenza monodica di Sant’Ermacora, composizione commissionata da Musica Pura, in prima esecuzione assoluta. La voce protagonista sarà quella del mezzosoprano Francesca Gerbasi, vincitrice del bando di selezione lanciato appositamente dall’Associazione per questo repertorio, insieme ad un ensemble di artisti veneto-friulaniAndrea Musto al violoncello, Valentina Danelon al violino e Ferdinando Mussutto al pianoforte.
Gli altri concerti della stagione si svolgeranno al Convento di San Francesco di Pordenone nel mese di luglio: venerdì 16 “Fuga Libre” con Spaziomusica Ensemble; il 23 luglio il recital pianistico di Sarah Giannetti; il 30 luglio infine la musica diventerà “Balcanica”, con le musiche inedite firmate dal compositore albanese Aulon Naci per un giovane, brillante ensemble cameristico internazionale.

0 0 voti
Vota l'articolo
Iscriviti
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti