Articoli

La riapertura del Massimo napoletano dopo il lockdown tra “affettazioni” musicali e discutibili messaggi politici-gestionali.