Articoli

Un fine settimana tutto mitteleuropeo, quello che va da giovedì 22 ottobre fino a domenica 25 ottobre, e che vede accedere all’Auditorium di Milano un giovane e talentuosissimo interprete, la cui classe è risultata fin da subito lampante al grande pubblico.

Un concerto pregno di atmosfere simboliste ha concluso l’ottobre della Filarmonica della Scala. Lorenzo Viotti, al suo debutto con l’orchestra, ha scelto un programma tanto particolare quanto affascinante: Siegfried-Idyll di Wagner, L’isola dei morti di Rachmaninov, il Prélude à l’aprés-midi d’un faune di Debussy e il Poema dell’Estasi di Skrjabin.

onostante i ritmi frenetici delle stagioni meneghine, i milanesi sanno concedersi delle oasi di puro ascolto contemplativo. La settimana santa ambrosiana, infatti, da qualche anno è arricchita da un appuntamento ormai entrato nel solco della tradizione: l’esecuzione delle Passionsmusik bachiane a cura dell’Ensemble laBarocca, diretta dall’esperta bacchetta del maestro Ruben Jais.

Speciale appuntamento quello dedicato da laVerdi a Fiorenzo Carpi (1918-1997), per la rassegna “laVerdi festeggia il ‘900 italiano”, sabato 18 Novembre (ore 20.30), all’Auditorium di Milano in largo Mahler, con l’orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi diretta per l’occasione da Giuseppe Grazioli, specialista della musica del Novecento.