Articoli

Antonello Ceron

Portare in scena Turandot al Teatro Verdi di Padova è una sfida non da poco. L’opera richiede cantanti esperti ed agguerriti, un’orchestra solida e dall’ampia palette timbrica, un direttore di acuta abilità ed accesa sensibilità e una regia che renda al meglio le violente tensioni che percorrono la partitura.

Turandot, l’ultimo capolavoro di Giacomo Puccini, va in scena al Teatro Verdi di Padova come terzo titolo della Stagione Lirica 2019, organizzata e prodotta dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e della Regione del Veneto.

Dopo l’inaugurazione al Castello Carrarese con il Barbiere di Siviglia di Rossini, la Stagione Lirica Padovana continua sul palco del Teatro Comunale Giuseppe Verdi. Il titolo scelto porta omaggio al cigno di Busseto a cui il teatro stesso è intitolato, Nabucco […]

Il regista, scenografo e disegnatore di luci vicentino cristallizza l’azione scenica in uno spazio onirico fatto di distese di papaveri, illuminati da tagli decisi, e di d’interni celati da ombre maliose.
L’occhio è soddisfatto sin dalla prima scena; l’estetica di Tonon trova il suo fondamento nella ricerca del Bello senza mai cadere nel Calligrafico e così pure i movimenti di solisti e masse sottolineano senza mai calcare la mano.

A margine della conferenza stampa della stagione lirica 2017 al Teatro Verdi di Padova, incontriamo Filippo Tonon che curerà luci, regia e scene della nuova produzione del Trovatore.

Dopo il successo in luglio al Castello Carrarese con Lucia di Lammermoor di G. Donizetti, la Stagione Lirica di Padova 2017 ritorna al Teatro Verdi di Padova, venerdì 27 ottobre 2017, ore 20.45 e domenica 29 ottobre 2017, ore 16.00 con il secondo titolo in cartellone : Il Trovatore di Giuseppe Verdi.