Articoli

Dal 12 al 17 novembre si è tenuto presso il Konzerthaus di Dortmund un breve ma denso Festival Babayan. Il pianista armeno ha infatti curato una settimana di appuntamenti tra amici ed ex allievi.

La serata si è contraddistinta per la sua dedica ad Haydn con la sua Sinfonia n°49 “La Passione” e col Primo Concerto in do maggiore per violoncello. E nella ripresa, a Ciajkowskij per le Variazioni su un tema rococò e l’Andante Cantabile (come primo bis), completate a metà concerto da quella delicata preghiera ebraica che è l’Adagio Kol Nidrei di Bruch.