Articoli

Gloria Campaner

Il repertorio è a suo modo curioso ed interessante, sia per le somiglianze “formali” (si parla di composizioni assai brevi, a volte al limite dell’aforistico) quanto per le distanze espressive e “motivazioniali” delle Scene infantili e dei Preludi.