Articoli

Idomeneo Scala

Il relitto di una nave giace come uno scheletro capovolto sulla scena, al suo fianco un’enorme testa di Minotauro, conchiglie sparse, il tutto su una piattaforma girevole.

Scala Milano

Fondata nel 2004 a Pathankot, in una zona estremamente povera dell’India, su volontà di Alexander Pereira e Zubin Mehta, la Fondazione Saint Francis Home ha come obiettivo di offrire assistenza a bambine disabili tramite una serie di strutture sanitarie e scolastiche.

Carlo Vistoli

A rivelarci questa lussureggiante partitura è stata una delle più importanti compagini barocche: il Monteverdi Choir e gli English Baroque Soloists diretti dal loro glorioso fondatore John Eliot Gardiner.

Carlo Vistoli

Il Monteverdi Choir e gli English Baroque Soloists propongono in tour europeo l’oratorio profano di Georg Friedrich Händel, tra i solisti Louise Alder, Carlo Vistoli e Gianluca Buratto

Scala Milano

Un mese di concerti con il grande direttore: tre serate per la Stagione Sinfonica con l’Ottava di Bruckner il 3, 4 e 11 maggio, un concerto con Maurizio Pollini e l’Orchestra dell’Accademia il 7 per Fondazione Saint Francis Home e un concerto straordinario in collaborazione con Il Cortile dei Gentili il 17.

Fatto abbastanza raro per un baritono, Ettore Bastianini è entrato precocemente nel mito; molte generazioni di appassionati d’opera lo ricordano sempre con grande nostalgia e creano occasioni d’incontro grazie all’attività dell’associazione a lui intitolata.

Scala

La Scala, a distanza di tredici anni dall’ultima rappresentazione, ripresenta il famoso titolo straussiano in una nuova produzione affidando la regia a Frederic Wake-Walker il quale coglie solo in parte le molteplici potenzialità di quest’opera perdendosi in citazioni che creano solo confusione.

Woolf Works

Perché questo balletto sia pura emozione non sono solo gli applausi interminabili di un teatro pienissimo alla sua ultima rappresentazione a dirlo. E nemmeno le ripetute acclamazioni tributate anche tra un atto e l’altro a un cast vincente, che vede protagonisti ‘top’ Alessandra Ferri e Federico Bonelli, prestato dal Royal Ballet.

«Allorché nel 1923, e precisamente il 1° febbraio, l’opera venne rappresentata alla Scala di Milano, sotto la direzione del maestro Toscanini», racconta Luigi Ricci nel prezioso libro Puccini interprete di se stesso […]

Il concerto del 18 marzo alla Scala è uno di quelli che vale la trasferta. Di nuovo alla guida della Filarmonica della Scala, Gianandrea Noseda ha offerto un programma con due protagonisti: Maurice Ravel, in prima parte con Ma mère l’oye e la Seconda Suite da Daphnis et Chloé, e Pëtr Il’ič Čajkovskij, che ha terminato il concerto con il suo estremo capolavoro, la Sinfonia n. 6 “Patetica”.