Articoli

Volendo dividere in due serate l’esecuzione dell’integrale delle Sonate e Partite per violino solo di Bach, Suyoen Kim ha operato una scelta piuttosto asimmetrica e del tutto personale.

È più all’archetipo in prosa che non all’opera incompiuta di Puccini a rifarsi La Regina di ghiaccio, anche se l’estremo capolavoro del Lucchese torna più volte, quasi sempre per accenni, in questo complessivamente ben confezionato musical.

Il terzo concerto nell’annata dell’Orchestra del Teatro Olimpico si presentava con un programma elegante e tutto sommato coerente con i precedenti appuntamenti, specialmente con quello inaugurale, che aveva proposto pagine decisive dell’ultimo Mozart, compresa la Sinfonia in Do maggiore, K. 551.

Sabato 13 gennaio debutta al Teatro Comunale di Vicenza il Bartholdy Quintett, uno dei pochi quintetti d’archi stabili del panorama internazionale. I cinque musicisti tedeschi propongono il Quintetto in Sol minore di Mozart e due lavori di fine Ottocento firmati da Zemlinsky e Bruckner.

Domenica 31 dicembre al Comunale di Vicenza va in scena il tradizionale Gran Concerto di San Silvestro con l’Orchestra del Teatro Olimpico. In programma polke, valzer, marce e arie di operette della tradizione mitteleuropea presentate da Elisa Santucci. Sul podio Gabor Takács-Nagy. Ospite d’onore il soprano ungherese Polina Pasztircsák. Lo spettacolo è trasmesso in diretta da TVA Vicenza. Biglietti esauriti.

Cinquant’anni e non dimostrarli. Correva l’anno 1968 quando sei componenti del coro del King’s College dell’Università di Cambridge, animati dal desiderio di distaccarsi in parte dal repertorio liturgico che li impegnava nei servizi religiosi del college, dettero vita ad un sestetto che cominciò a spaziare in altri generi. Nacquero dunque i King’s Singers che in dieci lustri hanno più volte cambiato di formazione, sempre e comunque in sestetto, mantenendo intatte le loro caratteristiche fondamentali, ovvero l’affiatamento perfetto, un’intonazione strabiliante e la gioia nel fare musica insieme.

Una serata in crescendo quella proposta dal Ballett Nacional Sodre che è tornato da qualche anno agli onori della ribalta sotto la direzione artistica di Julio Bocca.