News

Recensiti per voi

/da

Bolzano: Da Valéry’s va all’asta l’amore

Agli Universali, in quanto senza tempo, si addice la contemporaneità e la Traviata è una summa di universalità. Non a caso Verdi la volle ambientare nel suo tempo in quanto specchio fedele di una società bigotta e libertina che somiglia, almeno per analogia, alla nostra.
/da

John Osborn – A Tribute to Gilbert Duprez

Un meraviglioso omaggio ad un iconoclasta del Belcanto: John Osborn, interprete fra i più sensibili e capace di scelte di repertorio sempre assai intelligenti e meditate rende onore a Gilbert Duprez in un CD di straordinaria qualità e ricco oltre che di virtuosismi anche di spunti di riflessione.
/da

Bolzano: Da Valéry’s va all’asta l’amore

Agli Universali, in quanto senza tempo, si addice la contemporaneità e la Traviata è una summa di universalità. Non a caso Verdi la volle ambientare nel suo tempo in quanto specchio fedele di una società bigotta e libertina che somiglia, almeno per analogia, alla nostra.
/da

Alberto Mattioli: “Meno grigi più Verdi”

In poco più di centocinquanta pagine, dense e sapide, Alberto Mattioli raddrizza il timone rendendo a Verdi quel che è di Verdi, e lo fa con ironia e leggerezza degne del miglior Barilli, del quale il giornalista e critico musicale modenese (quanti tesori custodisce l’Emilia!) è di fatto l’erede naturale.

Interviste e Approfondimenti

/da

Alex Esposito: fra Apollo e Dioniso

Alla vigilia del debutto nel suo primo ruolo verdiano, Pagano nei Lombardi alla Prima Crociata in scena al Teatro Regio di Torino dal prossimo 17 aprile, incontriamo Alex Esposito, interprete fra i più sensibili e intelligenti della scena lirica contemporanea.
/da

Derby Salieri-Mozart Vienna 1786. Arbitro Nikolaus Harnoncourt: Risultato Non Pervenuto

Diversi i motivi del richiamo che oggi può esercitare Prima la musica e poi le parole, farsa in un atto di Casti-Salieri (1786). In primo luogo la sua drammaturgia, fondata su un goloso voyeurismo metateatrale che ci rivela le segrete miserie della cucina operistica di allora e forse di sempre. Poi l'aver fatto da spunto di partenza, ben 150 anni dopo, per lo straussiano Capriccio; e già non sarebbe poco.
/da

Alex Esposito: fra Apollo e Dioniso

Alla vigilia del debutto nel suo primo ruolo verdiano, Pagano nei Lombardi alla Prima Crociata in scena al Teatro Regio di Torino dal prossimo 17 aprile, incontriamo Alex Esposito, interprete fra i più sensibili e intelligenti della scena lirica contemporanea.