Approfondimenti

Teatro del Maggio Musicale FiorentinoCamilla Riccò/TerraProject/Contrasto

Nardella e il poco edificante futuro del Teatro del Maggio Fiorentino

Dopo una settimana convulsa, la Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino è cosparsa di macerie: azzerata la sovrintendenza di Cristiano Chiarot e sdegnosamente in ritirata la direzione musicale di Fabio Luisi. Eppure, si parla di una istituzione lirico-sinfonica apparentemente avviata sulla strada di un sia pure problematico risanamento, [...]

Tutti i segreti della Fondazione Arena

Chi pensava che il “piano di sviluppo” della Fondazione Arena fosse a costo zero dovrà ricredersi. Resta vero che il progetto è stato finanziato dalla Camera di Commercio scaligera, uno dei soci dell’istituzione lirico-sinfonica veronese, ma ora emerge che la sua attuazione avrà un costo superiore ai 200 mila euro nei prossimi tre anni. Tutti in conto alla Fondazione.
Alexandre Kantorow

Ma chi ha vinto il Concorso Tchaikovsky 2019?

Il 29 giugno, con il Galà di San Pietroburgo, si è conclusa la sedicesima edizione del Concorso Tchaikovsky. I risultati della specialità Pianoforte sono stati alquanto stupefacenti [...]
Lipsia

Vi piace Bach? Due cartoline da Lipsia

Ancor oggi l'iniziativa privata, meglio se assecondata dal pubblico secondo un'oculata applicazione del principio di sussidiarietà, fa bene alla musica e all'insieme dell'economia locale. Lo sa perfettamente il dottor Michael Maul, gagliardo quarantenne nonché musicologo di alto profilo che, accanto alla carica di Intendant del Bach-Fest ricopre funzioni di consulente scientifico in seno al Bach-Archiv e al Bach-Museum.

Franco Zeffirelli, addio del passato

La sua prima Traviata – Dallas 1958, protagonista Maria Callas – è da tempo leggenda. La sua ultima è già nella storia prima ancora di andare in scena all’Arena di Verona, perché sarà postuma. E anche questo dettaglio – decisamente insolito – dà l’idea della eccezionalità della ventura artistica di Franco Zeffirelli.
Mozart

Quegli astorici romanzi - parte seconda

Lettera da Parigi: scoperto l'autore del "Manoscritto di Budapest"?

Ettore Bastianini, baritono "Grand-seigneur"

Fatto abbastanza raro per un baritono, Ettore Bastianini è entrato precocemente nel mito; molte generazioni di appassionati d’opera lo ricordano sempre con grande nostalgia e creano occasioni d’incontro grazie all’attività dell’associazione a lui intitolata.
Taboga

Quegli astorici romanzi

L'assassinio di Mozart, il Manoscritto di Budapest ed altre prese per il modem
Tullio Serafin

Tullio Serafin nella biografia di Nicla Sguotti

Finito di stampare nel giugno del 2014 da Armelin Musica di Padova è da poco arrivato alla seconda edizione “Tullio Serafin, il custode del bel canto”, il libro di Nicla Sguotti che si propone di dare indicazioni precise sull’attività artistica di un grande dimenticato della musica italiana.