«Mozart e Verdi parlano all’uomo, Beethoven parla dell’uomo, si esprime senza nessun edonismo per compiacere l’ascoltatore […]»; cosi Riccardo Muti nell’intervista-dialogo con Benedetta Saglietti – storica della musica di rara sagacia – in apertura di La Quinta Sinfonia di Beethoven recensita da E.T.A. Hoffmann che la Saglietti stessa pubblica per Donzelli Editore.

Daniela Mazzuccato

Si può essere diva pur non essendolo? La risposta è sì, e Daniela Mazzuccato ne è la prova provata; lo si scopre nel delizioso volume edito da Mgs Press “Daniela Mazzuccato. La regina dell’operetta” che Rino Alessi – dopo quelli su Piero Cappuccili, Carlo Cossutta, Giuseppe Patanè e Bonaldo Giaiotti – le dedica.

Perucchini

Sette saggi – più due appendici archivistiche – riportano l’attenzione sulla figura di Giovanni Battista Perucchini, che nell’arco della sua non breve vita di attenzione negli ambienti musicali non solo veneziani ne ebbe parecchia, ed a ragion veduta.

Sergio Durante

Fra le vittime di una situazione che induce il turista a ridimensionare l’entità delle sue ferie estive è anche il percorso transfrontaliero tra Pirano e Padova nel nome di Giuseppe Tartini di cui si celebra il duecentocinquantesimo anniversario della morte.

A cinquant’anni dalla scomparsa, sono state numerose le iniziative che hanno celebrato la figura di Mario Castelnuovo-Tedesco, nato a Firenze il 3 aprile del 1895 in una famiglia di banchieri ebraica di origine senese e morto a Beverly Hills in California, il 17 marzo del 1968, anno cruciale per i destini dell’umanità.

L’invidia è al centro del volume di Salvatore Capodieci, psichiatra e psicoterapeuta, che ha dato alle stampe nella collana Vivae voces di Lateran University Press il bel saggio su Re Salomone e il fenomeno dell’invidia, Psicologia e Bibbia in dialogo

Giacomo Puccini

S’intitola La bacchetta di Puccini l’imponente volume che Antonio Orlandini, storico della musica di Cento, in provincia di Ferrara, dedica a Gaetano Bavagnoli (Parma, 1879–Milano, 1933).

Oreste Palmiero

Basso ostinato, finora inedito vede finalmente la luce pubblicato dalla Società Editrice di Musicologia dopo un paziente lavoro di collazione dei dattiloscritti a cura di Oreste Palmiero, bibliotecario e musicista anch’egli vicentino.

Zecchini Editore

Il più prolifico è di più fervente fede tebaldiana è però senz’ombra di dubbio Vincenzo Ramón Bisogni, gentiluomo napoletano di nascita, fiorentino d’adozione e da parecchio tempo ormai triestino d’elezione. Molto attivo sulle reti sociali, Bisogni è dedicatario di una voce sul Dizionario enciclopedico della musica classica di Rizzoli-Bur.

Beatrice Venezi

eatrice Venezi non si lascia sopraffare dai luoghi comuni, li perpetua: «Chiunque – ci racconta – può innamorarsi della musica classica, che, come ha fatto lei, facendosi condurre dalla giusta guida, è arrivata a capire che la melodia può essere un mezzo per scoprire il mondo, il ritmo, un tentativo di ascoltare noi stessi e l’armonia, una prova di vita sociale.».