Giorgio Battistelli nuovo Direttore Artistico dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Il CDA della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento ha nominato all’unanimità, nel corso della riunione tenutasi nella serata di lunedì 22 giugno, Giorgio Battistelli nuovo Direttore Artistico dell’Orchestra della stessa Fondazione a partire da settembre 2021.

Giorgio Battistelli subentrerà a Daniele Spini, il cui incarico terminerà nell’agosto 2021 e non sarà prorogabile sulla base del DL 90/2014, che prevede il divieto di copertura di incarichi dirigenziali per chi ha ottenuto accesso al trattamento pensionistico. In questi ultimi mesi, nonostante lo stato di emergenza Covid 19, la Fondazione ha esaminato oltre 50 profili di figure professionali provenienti da tutta Europa. Il CDA, a seguito di una serie di colloqui virtuali, è quindi pervenuto alla scelta di Giorgio Battistelli, in virtù del suo ricco curriculum professionale, dell’esperienza pluriennale come direttore artistico di vari Enti e Istituzioni, quali l’Opera di Roma, la Biennale di Venezia, l’Arena di Verona e l’Orchestra Regionale della Toscana, e per la sua visione e capacità di innovazione.

Giorgio Battistelli firmerà, quindi, la programmazione sinfonica da settembre 2021 fino ad agosto 2024: nei prossimi mesi incontrerà l’Orchestra per condividere la propria visione artistica e gli altri direttori artistici, Matthias Losek per la Stagione d’Opera, Emanuele Masi, per il festival Bolzano Danza.

Nel ringraziare Daniele Spini per il lavoro svolto con grande professionalità e passione dal 2013, Paul Gasser, Presidente della Fondazione Haydn, dichiara: «Con questa scelta garantiamo continuità in termini di qualità artistica e allo stesso tempo innovazione, come previsto dalle linee strategiche che la Fondazione sta perseguendo da tempo. Del Maestro Battistelli ci ha assolutamente convinti la sua forte progettualità, il suo network importante, la sua volontà di approfondire sempre di più le collaborazioni con tutte le istituzioni del territorio e soprattutto, in prospettiva, la sua visione di voler inserire l’Orchestra in una rete europea».

Lo stesso Giorgio Battistelli, nell’esprimere la sua viva soddisfazione per il nuovo incarico, specifica: «Ho sempre pensato l’orchestra come un’entità composta da individualità unite da passioni e principi etici comuni. Insieme ai colleghi della prestigiosa Orchestra Haydn mi piacerebbe dare vita a un percorso che certamente contribuisce al progresso materiale ma anche al perfezionamento della personalità e delle vocazioni di ognuno. Un’orchestra intesa come bene comune, ricca di contenuti sociali e spirituali che vengono messi a disposizione della comunità».

0 0 voto
Vota l'articolo
Iscriviti
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti