Articoli

Composta sul finire del 1848, solo tre anni prima del Rigoletto, La battaglia di Legnano è in pratica la vera e forse unica opera risorgimentale di Verdi, ben più di Nabucco o Vespri. Il merito va in gran parte all’ostinazione del librettista Salvatore Cammarano, perché Verdi e Ricordi avrebbero preferito un soggetto ricavato dal più apertamente patriottico Rienzi di Bulwer-Lytton.

Dal 7 al 12 febbraio sarà in scena a Teatro i “Giuseppe Verdi a Napoli” di Antonio Tarantino, fresco vincitore del premio Ubu alla carriera, “alfiere fuori controllo di una nuova drammaturgia”.