Articoli

Un nonsense pieno di significato.  L’antilopisch che Victor, protagonista e unico ad avere un nome tra i personaggi in scena, parla è in realtà il linguaggio della libertà, o meglio del rifiuto delle convenzioni.