Articoli

Se lo definiscono il Paganini della tromba, Sergei Nakariakov merita anche il titolo di Tartini del flicorno e Maria Meerovitch l’epiteto di Paganina del pianoforte. Con licenza poetica, perché non mancano referenze di virtuosi storici agli ottantotto tasti.

Dopo l’originale omaggio a Chopin della scorsa stagione, Daniil Trifonov torna al Quartetto con un programma dai singolari e interessanti accostamenti.

Il mezzosoprano Daniela Barcellona ritorna alla Scala con un recital prevalentemente incentrato sul lied di Schumann, Brahms e Gounod, passando per Rossini, fino ad arrivare a Tosti, Cilea e Bizet. Ad accompagnarla al pianoforte, il vocal coach e compagno di vita, il Maestro Alessandro Vitiello.