Articoli

La scelta dell’edizione Zero del neonato Festival Toscanini è quella intrigante della riproposizione di impaginati cari al dedicatario, tra grande repertorio e musica in certa qual maniera oggi poco frequentata ove non dimenticata.

La presenza di Cominati, artista dalla musicalità raffinata e dal tocco sempre elegante, ha reso l’appuntamento quasi familiare, ricordando quell’intesa reciproca tra il solista e l’Orchestra Haydn che nel 1993 gli valse il Primo premio al Concorso “Busoni”.

Rientrato in Italia dopo una tournée nel Regno Unito alla testa della Royal Philharmonic Orchestra di Londra, il Direttore musicale del Teatro Comunale di Bologna Michele Mariotti sarà protagonista – fino alla fine del mese – di numerosi concerti con la “sua” Orchestra.