Articoli

Po-popo-po-popoo-poooo… Sul riff d’apertura di Seven Nation Army dei White Stripes (più che popolare in Italia dai mondiali di calcio 2006) vediamo apparire, stile Rocky Balboa prima di salire sul ring, Roberto Bolle in accappatoio sui grandi monitor laterali all’immenso palco areniano […]

Il rimedio per la calura che ha invaso Milano in questo torrido luglio viene trovato tra i vermigli velluti refrigerati dall’aria condizionata del Teatro alla Scala. Non pochi hanno avuto la medesima idea (il Teatro è pieno) e, suppongo, non sia solo il caldo l’unica motivazione.

Woolf Works

Perché questo balletto sia pura emozione non sono solo gli applausi interminabili di un teatro pienissimo alla sua ultima rappresentazione a dirlo. E nemmeno le ripetute acclamazioni tributate anche tra un atto e l’altro a un cast vincente, che vede protagonisti ‘top’ Alessandra Ferri e Federico Bonelli, prestato dal Royal Ballet.

Calda sera del 25 luglio. Dopo una lunga attesa all’uscita artisti, una folla in visibilio lo accoglie adrenalinica: chi si fa firmare le scarpe da punta, chi una maglietta, un manifesto, la cover di un dvd, mille scatti con il cellulare e per i più fortunati anche un selfie con lui, il Divo della Danza, Roberto Bolle.