Articoli

Costanza_Principe

In questo caso l’oggetto del sovvertimento è la forma sonata che Beethoven prima e Šostakóvič poi riplasmano ponendola sotto una luce tanto poco canonica quanto – e massimamente per questo – intrigante.

Una manifestazione dedicata alla musica classica confermata per tornare alla vita, all’arte e alla socialità: l’emergenza Coronavirus non cancella la quarta edizione del Lerici Music Festival, in programma dal 3 al 16 agosto nell’incantevole città del Golfo dei Poeti, in Liguria, che le dà il nome.

Teatro Filarmonico di Verona esaurito per l’anteprima che ha aperto il 26° Settembre dell’Accademia. C’era da ascoltare la Turkish National Youth Orchestra, giovane complesso per il 75% tutto al femminile, che ha confermato le brillanti qualità già espresse due anni fa nello stesso teatro.

Alla fine ha sciolto i lunghi capelli, che fino a quel momento aveva tenuto compostamente raccolti. Così, l’ultimo inchino è stata una cascata bionda, più da provino cinematografico che da sala per musica. Impropriamente d’effetto. Probabilmente era studiata anche questa. Lei, la pianista Costanza Principe, ha solo 24 anni, ma oggi il mondo è percorso da giovani interpreti che curano l’immagine come in passato nessuno si sarebbe sognato di fare.