Articoli

Nella storica cornice estiva del Teatro Giuseppe di Stefano di Trapani è andato in scena, per il Luglio Musicale Trapanese, uno dei titoli più complessi di Giuseppe Verdi: Otello.

Un intenso cartellone di respiro internazionale con prestigiose coproduzioni italiane ed europee, proposte da grandi bacchette e importanti firme registiche per una partitura di spettacoli ancora più ricca rispetto allo scorso anno.

Francesco Micheli è uomo di teatro a tutto tondo; perspicace e curioso, capace di portare in scena i grandi capolavori del melodramma rinnovandoli e cogliendo l’essenza di modernità che essi contengono; lo incontriamo al Teatro La Fenice, dove ritorna il suo fortunato allestimento di Otello, la più veneziana di tutte le opere, portatrice di un messaggio attuale e universale.

È lo spettacolo che ha inaugurato la stagione 2016/2017 del Teatro San Carlo di Napoli l’Otello di Gioachino Rossini che Rai Cultura trasmette su Rai5 giovedì 1° marzo alle 21.15.

La “camera letale” di Desdemona, come la chiamava Arrigo Boito, è un cubo che si muove e si rigira in scena, aperto da un lato per rivelare appunto il letto della sfortunata moglie di Otello e per contenere pochi altri oggetti, fra cui una statua della Madonna, lì portata con una specie di processione durante i cori del secondo atto.