Articoli

Grandi novità per la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma con un palcoscenico ideato per il vasto spazio del Circo Massimo: un nuovo Rigoletto con la direzione di Daniele Gatti e la regia di Damiano Michieletto pensato in chiave anti Covid-19, due gala con le star Anna Netrebko e Yusif Eyvazov, […]

R/Esistere

La musica al Teatro dell’Opera di Roma non si ferma. Per il prossimo fine settimana, che va dal 13 al 15 marzo, in programma tre appuntamenti straordinari dall’emblematico titolo R/Esistere aperti al pubblico nella sala del Costanzi.

Denis Krief

Capuleti e Montecchi si potrà vedere a Roma al Teatro dell’Opera dal 23 gennaio per sei recite fino al sei febbraio. La prima andrà in onda in diretta sulle frequenze di Radio 3.

Grande apertura di stagione al Teatro dell’Opera di Roma. Per il suo debutto da direttore musicale, Daniele Gatti  ha scelto  Les Vêpres siciliennes  di Giuseppe Verdi, un’opera che mancava a Roma da ventidue anni e che fu composta a Parigi nel 1855, secondo i canoni del Grand Opéra.

Fino al 26 gennaio al Teatro Costanzi di Roma tutti i giorni eccetto il lunedì, torna in scena come primo spettacolo del 2019, una delle opere più amate dal pubblico: La traviata di Giuseppe Verdi. La regia più volte ammirata all’Opera di Sofia Coppola è stata ripresa da Marina Bianchi. Le scene sono di Nathan Crowley, scenografo collaboratore Leila Fteita.

I quattro concerti straordinari alle Terme di Caracalla del maestro Ennio Morricone sono andati tutti esauriti già nei primi dieci giorni di vendita. Per accontentare un maggior numero dei suoi moltissimi ammiratori il maestro si è reso disponibile in altre due date

Al Teatro dell’Opera di Roma ritorna uno spettacolo che ha riscosso uno straordinario successo: La traviata di Giuseppe Verdi, sarà in scena da sabato 24 febbraio alle ore 20 (con quattro repliche fino a domenica 4 marzo) nel fortunato allestimento creato due anni fa da Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti, e ripreso poi nello scorso ottobre.

Ben venga quindi la regia di Giorgio Barberio Corsetti che ha realizzato una intelligente e simpatica trasposizione alla contemporaneità con tanto di Carabinieri. Del resto il ritmo della storia e della musica non lascia molto spazio ad altre impostazioni che non siano legate alla vicenda ambientata in una locanda di paese con una storia di amori giovanili con accanto l’estorsione progettata ai danni della coppia di viaggiatori stranieri e ricchi.